E-mail | Scrivi alla Redazione | SMS | Chat | Meteo | Edicola | Shopping a Capua |
                                            


 

Iscriviti alla MailingList di Capuaonline!

 

Iscriviti Cancellati
 
 
 
         MENU' 
Home Page
Chi cerca trova
Numeri utili
Eventi & manifestazioni
Arte 
Meteo
SMS
Chat
La parola al cittadino
Forum
Un'occhio sul mondo
Associazioni
Edicola & borsa
L'angolo di Ketty
Scelti per voi
Farmacie e medicina
Pubblicita'
Autori
 

     

  

 

 

 

 

 

 

 


Una proposta: la cittadinanza onoraria al prof.Robotti

E' in atto a Caserta, nel Palazzo Reale presso la Sala Bianca, la mostra su "Il rilievo dei beni architettonici per la conservazione", che, iniziata il primo marzo, durerà fino al 3 maggio prossimo. La mostra è articolata in pannelli che rappresentano ben 250 monumenti italiani e stranieri suddivisi in Architettura fortificata, religiosa, sociale e civile. Nella prima è presente il Castello di Carlo V, nella quarta è presente il Museo Campano, oltre che il plastico ligneo. Questi pannelli e il plastico sono opera del chiarissimo professore Ciro Robotti, ordinario della facoltà di architettura della Seconda Università di Napoli. L'emerito studioso e saggista ha sempre portato nel cuore la città adagiata sulle rive del Volturno alla quale ha dedicato numerose opere riguardanti la storia, l'architettura dei suoi palazzi, delle sue chiese, dei suoi monumenti, dimostrando un grande attaccamento per Capua, che egli frequenta da anni con assiduità analizzando e studiando le varie stratificazioni in essa presenti.  La mostra in corso a Caserta è meta di numerosi visitatori e nei prossimi giorni sarà visitata anche dalle autorità cittadine per ammirare i pannelli e i plastici esposti. Il 3 maggio sarà svolta una giornata di studio con relazioni di studiosi dell'Università di Roma, Napoli e Aversa. Il comitato promotore della mostra è formato dai professori universitari Cundari, De Fiore e Robotti, rispettivamente delle Università di Roma, Genova e Aversa, e dalla Soprintendente ai BB.A.A.SS.di Caserta.  Riteniamo che è fin troppo meritoria l'opera diuturna dell' "amico di Capua", Ciro Robotti, che tante pubbicazioni e studi approfonditi ha dedicato alla nostra città. A questo punto ci sembra doveroso accomunare ai cittadini onorari degli ultimi decenni come Di Resta, Ventriglia, Caporaso, Di Stefano, Guillet, il nome prestigioso del prof.Ciro Robotti, il quale è studioso da proporre per il conferimento della "cittadinanza onoraria". All'indomani della vicenda elettorale del 13 maggio, il nostro primo pensiero, è di avanzare la proposta a tutte indistintamente le forze presenti in consiglio comunale, nella certezza di interpretare i sentimenti di tutti verso il chiarissimo docente che a tutti gli effetti considerano figlio adottivo della nostra città. -Block Notes-

"Grandezza di Capua: memorie storiche e culturali" nella sala del Museo Campano

A cura del Lions Club Capua-Casa Hirta di cui è presidente Gianni Imparato, presso la sala conferenze del Museo Campano si è svolta una dotta conferenza del Ciro Robotti, ordinario della Facoltà di Architettura della Seconda Università di Napoli ed una del direttore del Museo prof.Giuseppe Centore sul tema "Grandezza di Capua memorie storiche e culturali".  L'emerito studioso con forbito eloquio e con l'ausilio di diapositive ha incantato l'affollatissima sala con un'illustrazione puntuale e organica del tema trattato.  Gli spettatori al termine della conferenza hanno tributato a Robotti calorosi applausi per il modo così semplice con cui il conferenziere ha illustrato le varie tappe della storia di Capua, città strategicamente e militarmente molto importante e per questo ritenuta dalla sede dei Reali residenti in Napoli l'avanguardia difensiva del regno.   Successivamente tutti i partecipanti, sotto la guida di Gianni Imparato e di Silvestro Mezzini, presidente rispettivamente del Lions Capua-Casa Hirta e di Barletta, che con l'occasione hanno saldato i loro rapporti di amicizia e collaborazione gemellando i due sodalizi, hanno scoperto una targa ricordo in via Fieramosca.  Prima dello scoprimento, il commissario prefettizio Pasquale Manzo ha illustrato le ragioni storiche che legano di profonda amicizia le due città, poi i presidenti dei due sodalizi, Gianni Imparato e Silvestro Mezzini, il direttore del Museo Campano don Giuseppe Centore ed altre autorità hanno proceduto allo scoprimento della targa marmorea davanti ad una folla numerosa e plaudente.   Una nota di squisita sensibilità va qui segnalata.  La gentile consorte del presidente del Lions Club ha voluto fare personalmente dono di una bellissima tovaglia di stoffa pregiata presente nella "Sala dei Vasi" del nostro Museo. A lei il cordiale ringraziamento della direzione museale.   -F.F-

Un uovo "rosso" per il direttore del Museo Campano

Nell'ambito di un programma di gemellaggio e scambio culturale Italo-Ucraino promosso dall'Associazione Italo-Ucraina, di cui è presidente la violinista Iryna Vasylchenko, è giunto in Capua il Coro Giovanile Ucraino "Hernvymy" (ICherubini) composto da 32 giovani d'età compresa tra i 12 e i 20 anni con i due maestri Oleh e Lesya Zhuk.  I giovani hanno visitato il Museo Campano, il cui patrimonio è stato loro illustrato dal direttore dell'istituzione, don Giuseppe Centore, che ha tenuto per il Coro una conferenza sul tema "Le arti nell'antica Roma".  Nello scambio di saluti e auguri tra i componenti del Coro e il direttore del Museo, un uovo colorato a mano è stato offerto a don Giuseppe Centore che a sua volta ha voluto ricambiare con pubblicazioni sul Museo e una bella poesia ispirata alla leggenda dell'uovo, che per tradizione in Ucraina viene colorato di rosso.  Secondo la leggenda orientale, essendosi presentata Maddalena da Pilato con un uovo bianco nelle mani ed annunciandogli che Gesù era risorto, si sentì rispondere: "Vi crederò quando quest'uovo diventerà rosso".L'uovo, narra la leggenda, divenne rosso all'istante.  Ecco perché nel giorno della Pasqua di Resurrezione i cristiani sogliono donarsi un uovo istoriato di rosso.   -Franco Fierro-

Le "Sinfonie"  di Andrea De Simone   nella chiesa dell'Annunziata

Martedì 1 maggio 2001 alle ore 19,30, nella monumentale chiesa dell'Annunziata avrà luogo un concerto per orchestra dedicato ad Andrea De Simone (1807-1874), musicista capuano.  Saranno eseguite in prima esecuzione moderna le musiche del compositore, revisionate e pubblicate da Caterina Di Tella e Lorenzo Sorbo, autori della direzione artistica e delle didascalie e allestimento mostra.  Saranno eseguite le composizioni: "Sinfonia N.4 in Re min (1840); dall' "Agonia di Gesù" l'aria per basso "L'alta impresa"; "Gran Sinfonia in Re min (1848).  Al piano ci sarà Caterina Di Tella, al basso Antonio De Lisio.

Donati al Museo Campano  libri delle famiglie Monaco-Vitagliano

Sono pervenute in dono al Museo Campano 66 volumi appartenenti alle famiglie Monaco e Vitagliano discendenti da Gaetano Ianniello fratello del canonico Gabriele Iannelli fondatore del Museo stesso.  Li ha consegnato personalmente il prof.Antonio Monaco fu Francesco Saverio che li ha ereditati appunto da Gaetano Ianniello nonno di suo padre e di sua madre.  I volumi sono un primo nucleo di altri che verranno ad arricchire ulteriormente la Biblioteca del nostro Museo.  I più vivi e sentiti ringraziamenti vengono qui espressi al prof.Antonio Monaco ed alla sua famiglia per tanta generosa e squisita sensibilità.

Omonimo e Vanità, un connubio perfetto

Grande successo ha riscosso il defilé di moda e acconciature 2001 promosso e organizzato in tandem da Omonimo New Trend, boutique di prim'ordine nel campo dell'abbigliamento e di cui sono titolari Andrea e Franco Di Lillo, e da Vanità, il noto atelier di acconciature di Ettore e Laura Dimitrof. Nel grande salone del Ristorante Residence "Le Palme" in via Aeroporto si è svolto uno speciale moda collection per la primavera-estate 2001. Bellissime e all'altezza del ruolo le giovani modelle che hanno indossato i capi di abbigliamento di Omonimo e che si sono sottoposte alle sfavillanti performances di Ettore e Laura. La regia del defilé è stata dello stesso Ettore Dimitrof. Tra le varie ospiti, abbiamo rivisto con piacere Miss Tirreno '91 e prefinalista di Miss Italia '92 Miriam Pezzera; Carmen Landolfi, Miss Visuvio '98; Vanessa Mattiello Miss Campania '99; Francesca Palmieri, Miss Simpatia Capri '99.  Il successo ottenuto dal defilé ha dato la spinta ai due operatori della moda e delle acconciature di seguire questo filone così importante, che rientra nella logica di fare di Capua una città che diventi polo di attrazione attraverso la moda e lo spettacolo. Infatti questo connubio proseguirà le sue iniziative in questo campo con una prossima manifestazione.  "L'Es e la Kiss Kiss hanno patrocinato questa sfilata per far conoscere la linea giovane dei suoi capi di abbigliamento. - ha dichiarato Franco Di Lillo (Omonimo) - Siamo esclusivisti di zona e i due marchi stanno riscuotendo un'affermazione notevole". Dal suo canto, un soddisfatto Ettore Dimitroff aggiunge: "A parte gli aspetti pubblicitari della manifestazione, il defilé costituisce un modo per verificare il livello e la qualità del nostro lavoro che deve sempre di più aggiornarsi ed essere al passo con i tempi moderni".     -F.F.-

Pagina 1 || Pagina 3



 

                                         Tutti i diritti sono riservati