Scrivi alla Redazione | Archivio dei Reportage | Chat  | Forum | Pubblicità su Capuaonline | Comunicati Stampa
                

  
 

Mailing List di Capuaonline. Scrivi   qui sotto  la  tua e-mail e sarai aggiornato sulle novita' del sito, di Capua e dintorni !

 

IscrivitiCancellati

 Menu'

 Home Page
 Numeri Utili
 Eventi & Manifestazioni
 Meteo
 Chat
 Forum 
 Un occhio sul mondo
 Orario Sante Messe
 Ospedale Palasciano
 Farmacie di turno
 Pubblicita'
 Autori

Archivio Eventi

 Archivio Reportage

 Comunicati Stampa

Contatto Cira

Comunicati e informazioni dal C.I.R.A  - Capua

Centro Italiano Ricerche Aerospaziali

__________

Testata con successo nella galleria al plasma del CIRA la nuova capsula spaziale indiana 

Capua, 3 ottobre 2006

Due modelli della capsula di rientro indiana denominata SRE (Space Capsule Recovery Experiment) sono stati testati con successo presso il Plasma Wind Tunnel del CIRA (Centro Italiano Ricerche Aerospaziali) di Capua. Le prove, effettuate nei giorni scorsi, sono il risultato del contratto siglato a inizio anno con l’agenzia nazionale indiana per la ricerca spaziale (ISRO). 

Scopo dei test: sottoporre la capsula ad una prova di rientro nell’atmosfera per ricavare utili informazioni sul flusso termico e sulla resistenza dei materiali, resine fenoliche e mattonelle silicee, impiegate per la costruzione della navicella.

Durante le prove è stata raggiunta una velocità ipersonica di Mach 8 con un flusso termico di 2500 KW/mq, il più elevato mai ottenuto sino ad ora nella galleria al plasma Scirocco, mentre temperature dell’ordine dei 2000°C sono state sperimentate sul naso della capsula durante i 150 secondi di esposizione al flusso. L’agenzia indiana si è dichiarata molto soddisfatta delle prove, che non hanno deluso le attese: i modelli hanno, infatti, sopportato le sollecitazioni termiche cui sono stati sottoposti. 

Con l’esecuzione di questi esperimenti, l’agenzia spaziale indiana ha inteso verificare la propria capacità di sviluppo di una capsula di 500 kg in grado di rientrare dallo spazio e delle relative tecnologie.

Il lancio della capsula, che pone l’India nel novero dei paesi impegnati nella conquista dello spazio, è previsto per la metà di ottobre. Dopo la permanenza in orbita per alcuni giorni, durante i quali saranno compiuti alcuni esperimenti in condizioni di microgravità, inizierà la fase di de-orbiting ed il rientro nell’atmosfera, con ammaraggio della navicella nella Baia del Bengala. 

L’inizio della collaborazione tra CIRA e Agenzia Spaziale Indiana risale al febbraio 2005, in occasione della manifestazione “Italy and India” tenutasi a Nuova Dehli. La successiva visita, da parte  della delegazione indiana, al nostro Centro ed al Plasma Wind Tunnel, impianto unico al mondo per potenza e dimensioni, ha permesso di definire i dettagli della campagna di prova oggetto del contratto siglato tra il capo dell’agenzia indiana, Madhavan Nair, e il Presidente del CIRA, Sergio Vetrella. 

Il Plasma Wind Tunnel del CIRA

E’ la galleria al plasma più grande e potente al mondo. E’ un impianto sperimentale che riproduce le condizioni termiche che una navicella spaziale incontra durante il rientro dall’orbita terrestre.

Qui vengono testati gli scudi, ovvero i sistemi di protezione termica che devono avere la capacità di assorbire il calore senza deteriorarsi.

Tra i clienti dell’impianto: l’azienda italiana Aerosekur, il DLR tedesco, l’agenzia spaziale giapponese e l’Agenzia spaziale Europea, con cui qualche mese fa, nell’ambito del programma Aurora, è stato firmato un contratto che prevede l’utilizzo di Scirocco per simulare l’ingresso di veicoli spaziali nell’atmosfera di Marte.

Per segnalare un comunicato, scrivi a: comunicati@capuaonline.it

 

 

Museo Campano

Visita Virtuale

Altri servizi

Autocertificazione
Scuola di Cucina
Dicono di noi...
Amici di Capuaonline

Un po' di Storia

Storia & Monumenti

Foto Story

Raccolte fotografiche
 
 

Tutti i diritti sono riservati - Capuaonline®  e' un marchio registrato