Scrivi alla Redazione | Archivio News | Chat | Il Muro | Forum | Comunicati Stampa | Pubblicità su Capuaonline
                

  
 

Mailing List di Capuaonline. Scrivi   qui sotto  la  tua e-mail e sarai aggiornato sulle novita' del sito, di Capua e dintorni !

 

IscrivitiCancellati

 Menu'

 Home Page
 Numeri Utili
 Eventi & Manifestazioni
 Meteo
 Chat 
 Forum 
 Il Muro 
 Un occhio sul mondo
 Orario Sante Messe
 Ospedale Palasciano
 Farmacie di turno
 Pubblicita'
 Autori

Archivio Eventi

 Archivio Reportage

 Comunicati Stampa

Pubblichiamo in questa sezione, il testo integrale delle e-mail, giunte in Redazione, dagli utenti e le eventuali risposte pubblicate dai Redattori di Capuaonline, in merito alle problematiche esposte.

ALCUNI UTENTI CHIEDONO INFORMAZIONI SULLA TASSA SUI RIFIUTI

Oggetto: Delucidazioni sul pagamento della tassa sullo smaltimento rifiuti urbani

(7 Settembre 2005)

Cari amici ieri mi sono visto recapitare a mezzo posta una bolletta della "Gest Line spa" che mi addebita un'integrazione alla tassa, di cui all'oggetto, già pagata per l'anno 2004 pari ad €. 59.80. Tale somma è dovuta per un errore di contabilizzazione e cioè la tariffa per il 2004 è passata da €. 1,30 del 2003 ad €. 1,82 per il 2004 per mq. - variazione di €. 0,52 x mq. Sul sito www.comunedicapua.it/cdc/rifiutiurbani.doc vi è pubblicata una tabella relativa alle tariffe della tassa smaltimento rifiuti solidi urbani. Tale tabella stabilisce che con delibera n° 340 del 31.12.2003 la tariffa relativa alle abitazioni è di €. 1,40 x mq. Si può ipotizzare, vista la data della delibera, che tali costi sono riferiti al 2004. Quindi mi domando com'è possibile che la Gest Line spa dichiara che la quota per mq. è pari a 1,82 al mq? Per quanto sopra, e per spirito di collaborazione, Vi chiedo se è possibile da parte Vostra avere qualche notizia più approfondita. Dimenticavo i costi sono iva esente. Sicuro di un Vostro interesse porgo distinti saluti. Alberto

Gentile redazione, vi scrivo in merito alla tassa smaltimento rifiuti che a noi cittadini è pervenuta in questi giorni. Nella suddetta ci viene comunicato che dobbiamo pagare ancora dei bei soldini perché nel precedente avviso di pagamento non era stato conteggiato l'aumento di 0.52 euro, dovuto all'aumento della tassa. Ci sarebbe da dire tanto sia su quest’aumento esoso e sia sull'elevato costo che noi poveri cittadini versiamo al Comune che rapportato al servizio offertoci non è molto proporzionale. Io vorrei soffermarmi invece su come è redatta la bolletta:ma avete visto come sia poco chiara?Con quattro parole viene detto: questo è il prezzo a metro quadro questi sono i metri quadri della tua casa e questo devi pagare, solo che vai a fare la moltiplicazione e ti viene fuori un numero inferiore all'importo riportato,allora pensi che ci sarà l'IVA però non hai nessun riferimento sulla bolletta, insomma secondo me la bolletta è illeggibile ma soprattutto illegale. Io mi aspetto una bolletta come quella dell'enel ad esempio dove c'è un quadro chiarissimo su come viene calcolato l'addebito. Mi rivolgerò all'unione consumatori. Voi che ne pensate? Distinti saluti. Giuseppe


LA RISPOSTA DI VINCENZO PATERNUOSTO (CAPUAONLINE)

Oggetto: Delucidazioni sul pagamento della tassa sullo smaltimento rifiuti urbani

(16 Settembre 2005)

Cari Alberto e Giuseppe, purtroppo, con mio grande rammarico devo dirvi che l’aumento di 0,52 euro di cui parlate effettivamente c’è stato. Non sono stato in grado, per una semplice questione di tempo, di riportarvi la delibera che stabilisce queste variazioni della tassa di smaltimento rifiuti, però, se ne fate richiesta all’ufficio economato del Comune sarete certamente accontentati. Sono d’accordo con Voi sul fatto che le bollette sono ridotte all’osso; quindi fate benissimo a rivolgervi ad una qualsiasi associazione consumatori per avere dei chiarimenti. La sola cosa triste che posso dirvi è che l’aumento c’è stato e quando effettuate i conti per conoscere l’ammontare del corrispettivo dovete aggiungerci l’iva. Inoltre, concordo con Voi anche sulla questione che il servizio non vale quanto costa. Purtroppo, la privatizzazione dei tributi e la gravissima crisi sullo smaltimento dei rifiuti in Campania hanno fatto salire alle stelle le tariffe. Cari lettori, credo che il peggio debba ancora venire sul fronte degli aumenti! Chi dovrà pagare i costi dello smaltimento di centinaia di tonnellate di rifiuti da incenerire? Semplice: i cittadini che pagano le tasse! Meditate amici, meditate. Vincenzo Paternuosto di Capuaonline

RITORNA ALL'ARCHIVIO DELLE SEGNALAZIONI

Per contatti scrivi a: redazione@capuaonline.com

Per segnalare ingiustizie o scoop compila il form di SOS CAPUAONLINE

 

 

 

Museo Campano

Visita Virtuale

Altri servizi

Autocertificazione
Scuola di Cucina
Dicono di noi...
Amici di Capuaonline

Un po' di Storia

Storia & Monumenti

Foto Story

Raccolte fotografiche
 
 
 

Tutti i diritti sono riservati - Capuaonline®  e' un marchio registrato