Scrivi alla Redazione | Archivio News | Chat | Il Muro | Forum | Comunicati Stampa | Pubblicità su Capuaonline
                

  
 

Mailing List di Capuaonline. Scrivi   qui sotto  la  tua e-mail e sarai aggiornato sulle novita' del sito, di Capua e dintorni !

 

IscrivitiCancellati

 Menu'

 Home Page
 Numeri Utili
 Eventi & Manifestazioni
 Meteo
 Chat 
 Forum 
 Il Muro 
 Un occhio sul mondo
 Orario Sante Messe
 Ospedale Palasciano
 Farmacie di turno
 Pubblicita'
 Autori

Archivio Eventi

 Archivio Reportage

 Comunicati Stampa

Pubblichiamo in questa sezione, il testo integrale delle e-mail, giunte in Redazione, dagli utenti e le eventuali risposte pubblicate dai Redattori di Capuaonline, in merito alle problematiche esposte.

UN NOSTRO UTENTE CI SEGNALA L'ALTO RISCHIO D'INCIDENTI A CAUSA DELLE CONDIZIONI PIETOSE IN CUI VERSANO LE STRADE DI CAPUA

Oggetto: Troppi incidenti soprattutto a causa delle "strade colabrodo"

(16 Dicembre 2005)

A proposito di troppi incidenti e strade colabrodo, vi prego di rappresentare al Comune ed al Comando Vigili Urbani ed all’A.S.L. le seguenti difficoltà di percorrenza delle strade e di situazioni createsi da un po’ di tempo in alcune strade di Capua:

1) Via Ottavio Rinaldi: rappresentai con una mia lettera indirizzata al Sindaco ed all’ufficio tecnico di una situazione inverosimile creatasi con il puntellamento dell’ex Palazzo SERRA attualmente di proprietà del Dott. VERAZZO, tale palazzo oramai recintato ed anche pericoloso (intervento di vigili del fuoco da verificare relazione al Comune) è ricettacolo di topi che sono alimentati con l’immondizia gettata nel recinto da persone che non hanno rispetto di se stessi e quindi non favoriscono il buon vivere ed il buon senso di cittadini. Alla lettera inviata, ebbi risposta per conoscenza e l’intestatario era il dott. Verazzo, il quale veniva invitato ad operarsi per le problematiche richiamate. Attualmente, il palazzo recintato arreca altre problematiche, difatti, avendo ristretto la strada con il puntellamento, la pavimentazione ha riportato danni e quindi si sono create delle voragini, dove il transito di auto od altri mezzi sono obbligati a passarci dentro, tale situazione potrebbe arrecare un aggravio e spese al Comune per eventuali danni a mezzi od a persone.

2) Come dipendenti del Presidio Ospedaliero F.Palasciano, unitamente a cittadini ed utenti, abbiamo rappresentato (anche con articolo sul giornale Corriere di Caserta) la difficoltà di viabilità sulla strada di Via Palasciano, abbiamo richiesto l’intervento del Comune di installare dei corrimani sul marciapiede adiacente all’Ospedale onde evitare disagi e pericoli per chi accede all’Ospedale come dipendente od utente (si sono riscontrate diverse cadute che fortunatamente non sono trascritte sui quotidiani quali disgrazie); abbiamo suggerito anche di rendere la Via Palasciano a senso unico dal lato della Villa Comunale e quindi rendere accessibile il lato adiacente all’Ospedale percorribile ambo i lati solo per il Pronto Soccorso. Adesso si chiede d’intervenire attraverso la vs. redazione, affinché siano ripristinate le strisce pedonali con il nuovo sistema.

3) La presente è da ritenersi quale suggerimento: capita, alla chiusura del Corso Appio, che percorriamo il Corso Gran Priorato di Malta, arrivando con i nostri mezzi all’incrocio con Via Duomo e ci troviamo in un imbottigliamento con auto che sopraggiungono dal Palazzo Arcivescovile, sembra a mio parere che tale circolazione, con la chiusura del Corso, è inaudita, difatti chi viene dal Palazzo Arcivescovile è costretto ad imboccare Via Duomo dal lato del Museo. Non sarebbe meglio che il Corso Gran Priorato di Malta venga invertito il senso di marcia (verso l’Università) in modo che il traffico venga snellito all’incrocio di Via Duomo ed inoltre si renderebbe più commerciale il Corso G.P.di M., e lo stesso discorso potrebbe valere per Via  Roma, la quale diverrebbe la strada di accesso da Porta Tifatina ed avrebbe anche un valore più commerciale. A mio parere, con tali disposizioni, si potrebbe dare un assetto stradale di circolazione.

4) Un punto cruciale, dove accadono spesso incidenti stradali rilevati e non, è l’incrocio di Via P.delle Vigne (Posta Centrale), anche se la colpa è degli automobilisti, (che non si ravvedono che c’è lo stop oltre allo specchio) accadono spesso diversi incidenti a volte con urti violenti. Non potrebbe essere invertito il senso di marcia?

Con la trascrizione di questi punti, vi prego di non inserire il mio nominativo, in modo da non intraprendere discussioni che a Capua (dispiace) poco ne vale la pena, considerato che la Città è da tempo in balia delle onde e avevo rappresentato a consiglieri comunali, ad associazioni quale la Pro Loco eventuali programmi da attuare in diversi settori per lo sviluppo e la ripresa della vivibilità. Logicamente ci si concorda sempre, ma tutto rimane come era.


LA RISPOSTA DI VINCENZO PATERNUOSTO (CAPUAONLINE)

Oggetto: Troppi incidenti soprattutto a causa delle "strade colabrodo"

(19 Dicembre 2005)

Carissimo visitatore di Capuaonline, raccogliamo immediatamente la Sua richiesta per inviarla al Comune di Capua, al Comando di Polizia Municipale e all’Asl Ce2, come Lei ci chiede, anche se abbiamo già denunciato ripetutamente la catastrofica situazione delle nostre strade senza ricevere una risposta concreta sui tempi di rifacimento delle stesse. Per essere più precisi, il Comune ci ha risposto che tutte le strade di Capua sarebbero state rifatte, ma purtroppo queste dichiarazioni sono rimaste lettera morta. Lei menziona quattro punti in particolare ai quali darò risposta.

La situazione dell’ex Palazzo Serra, attualmente proprietà Verazzo, merita molta attenzione, sia per i pericoli di crolli che per l’igiene pubblica, come lei sostiene. Essendo una proprietà privata, però, dovrebbe competere ai legittimi proprietari l’eventuale ristrutturazione del bene. Ora se il palazzo è recintato bisognerebbe valutare, e questo è certamente compito degli organismi preposti alla sicurezza pubblica, tra cui il Commissario Prefettizio attraverso una perizia tecnica dell’Ufficio Tecnico comunale, dei Vigili del Fuoco, ecc., se c’è reale pericolo per l’incolumità pubblica dei cittadini oppure no. Se questo pericolo esiste allora si potrà imporre al proprietario di rimuovere le cause che creano un rischio all’incolumità dei passanti, per esempio se c’è un’alta probabilità di crolli, altrimenti non si potrà fare proprio nulla. Si potrebbe richiedere, al limite, a tutela dell’immagine della Città d’Arte e di Studi, la ristrutturazione del bene al legittimo proprietario. Questa facoltà spetterebbe alla massima autorità comunale, ovvero al Commissario Prefettizio che attualmente fa le veci del Sindaco, qualora la Città fosse in buone condizioni dal punto di vista architettonico e se realmente quel palazzo rappresentasse un danno all’immagine della stessa. Ma di palazzi, pubblici e privati, e finanche monumenti, in pessime condizioni strutturali e dall’aspetto fatiscente ce ne sono a decine a Capua. Se non si ristrutturano prima quelli pubblici come si fa a pretendere dai privati questa cosa? Un altro aspetto, invece, è quello dell’igiene pubblica. Se come Lei sostiene il palazzo è ricettacolo di sporcizie e rifiuti ed è popolato dai topi, allora si dovrà richiedere un intervento sia del Commissario Prefettizio che dell’Asl (autorità sanitaria preposta) per intimare al proprietario di operare una disinfestazione dei luoghi ritenuti obiettivamente pericolosi per la salute pubblica.

La questione della pericolosità di via Palasciano, divisa in due dallo spartitraffico, che presenta un marciapiede alto, stretto e scivoloso, dove spesso i pedoni finiscono per cadere, è il caso di denunciarla fino alla noia al Commissario Prefettizio ed al Comando di Polizia Municipale. Sussistendo, infatti, un evidente pericolo per la sicurezza dei pedoni questo va rimosso prima che possa accadere qualcosa di irreparabile, che ovviamente noi scongiuriamo. Speriamo che chi deve intervenga immediatamente per risolvere la questione da Lei sottoposta.

Il suggerimento che Lei fa in merito all’inversione dei sensi di marcia di Corso Gran Priorato di Malta e di via Roma per snellire il traffico all’incrocio di via Duomo è tutto da valutare. Noi non siamo dei tecnici e quindi rinviamo a chi ha queste competenze il compito di valutare l’opportunità del Suo suggerimento e decidere eventualmente se operare poi un cambiamento dei sensi unici. Appoggiamo sicuramente la Sua proposta che invita a studiare l’opportunità di fare delle modifiche ai sensi di circolazione, anche se non ci esprimiamo in merito all’aspetto tecnico che non è di nostra competenza. Ribadiamo, però, che siamo per la chiusura totale del “centro storico” alla circolazione dei mezzi motorizzati.

La questione dei numerosi incidenti all’incrocio tra via Pier Delle Vigne e Piazza Medaglie d’Oro (nei pressi della sede centrale delle Poste) è difficile da dipanare. Sono gli automobilisti imprudenti, che non si fermano allo stop, è l’incrocio pericoloso per la scarsa visibilità dovuta alla conformazione viaria, oppure è sbagliato il senso di circolazione e sarebbe meglio invertirlo? Ebbene, anche in questa circostanza, sarebbe opportuno che i tecnici valutassero questa evidente situazione di pericolo per studiare se è il caso di attuare dei cambiamenti migliorativi. La Sua proposta è legittima, ma non ci possiamo sostituire a chi ha il dovere di valutare queste situazioni. Non siamo degli onniscienti tuttofare. Chiediamo, invece, e questo è nelle nostre possibilità, che chi è preposto a tale compito vigili con attenzione, valuti e disponga, eventualmente, delle variazioni opportune. La ringraziamo per il contributo nella speranza di essere riusciti a soddisfare tutte le Sue richieste. Vincenzo Paternuosto di Capuaonline

RITORNA ALL'ARCHIVIO DELLE SEGNALAZIONI

Per contatti scrivi a: redazione@capuaonline.com

Per segnalare ingiustizie o scoop compila il form di SOS CAPUAONLINE

 

 

 

Museo Campano

Visita Virtuale

Altri servizi

Autocertificazione
Scuola di Cucina
Dicono di noi...
Amici di Capuaonline

Un po' di Storia

Storia & Monumenti

Foto Story

Raccolte fotografiche
 
 
 

Tutti i diritti sono riservati - Capuaonline®  e' un marchio registrato