Scrivi alla Redazione | Archivio News | Chat | Il Muro | Forum | Comunicati Stampa | Pubblicità su Capuaonline
                

  
 

Mailing List di Capuaonline. Scrivi   qui sotto  la  tua e-mail e sarai aggiornato sulle novita' del sito, di Capua e dintorni !

 

IscrivitiCancellati

 Menu'

 Home Page
 Numeri Utili
 Eventi & Manifestazioni
 Meteo
 Chat 
 Forum 
 Un occhio sul mondo
 Orario Sante Messe
 Ospedale Palasciano
 Farmacie di turno
 Pubblicita'
 Autori

Archivio Eventi

 Archivio Reportage

 Comunicati Stampa

 Archivio Articoli  !!
 Capuani Famosi
 Le interviste politiche

Pubblichiamo in questa sezione, il testo integrale delle e-mail, giunte in Redazione, dagli utenti e le eventuali risposte pubblicate dai Redattori di Capuaonline, in merito alle problematiche esposte.

 CHIESA DELL'ANNUNZIATA: UN CITTADINO EVIDENZIA IL CATTIVO STATO MANUTENTIVO INTERNO DELL'EDIFICIO E DELLE OPERE

 

Oggetto: "Restauro"

(19 Dicembre 2010)

Salve Redazione, oggi grazie all’iniziativa della Pro loco concernente i monumenti aperti, ho avuto modo di visitare con accuratezza la chiesa dell’Annunziata. La situazione che ho trovato non è delle migliori: tele di un certo valore storico ed artistico danneggiate, altari rovinati, intonaci delle pareti in più parti danneggiati dalla condensa e umidità, quindi screpolati, per non parlare degli organi pensili e soprattutto del coro posto dietro l’altare, un’opera d’arte a tutti gli effetti, restaurata in maniera approssimativa e tenuta malissimo; l’esterno dell’edificio presenta varie zone prive di intonaco, altre con capitelli e cornicioni erosi e danneggiati. E’ davvero possibile che dove si alzi lo sguardo si notano solo decorazioni mancanti o danneggiate?

 

Ora, dopo aver detto ciò, è possibile che mai nessuno si sia interessato di realizzare una manutenzione accurata? E’ necessario attendere un nuovo restauro totale, per ammirare l’edificio al massimo in maniera consona al suo valore artistico? In mente ho questa frase da tempo: a Capua dobbiamo sfruttare il turismo per andare avanti etc. etc., parole e solo parole. Come è possibile mostrare ad un turista qualcosa che c’è ma che al contempo non c’è, si vede e non si vede; come si possono mostrare edifici di una tale importanza (perché l’Annunziata non è l’unico edificio di valore cittadino) lasciati a loro stessi, in uno stato di un abbandono così tale che vi è cresciuta finanche la vegetazione, come sul finestrone di Sant’Eligio, in pieno centro storico, sui cornicioni della stessa Annunziata... Costerebbe così tanto fare manutenzione, intonacare una parete al posto di rifarla ex novo? Fuori hanno davvero quattro pietre ma riescono a tenersele bene e a “venderle” come si deve; qui abbiamo 1000 anni di storia schiacciati sotto i piedi.


LA RISPOSTA DI VINCENZO PATERNUOSTO (CAPUAONLINE)

 

Oggetto: "Restauro"

(26 Dicembre 2010)


G
entile Cittadino, non c'è dubbio che l'attività di manutenzione di alcuni edifici storici (vedi la chiesa della SS. Annunziata) spesso è carente, così come quella delle opere in essi conservate. Lei chiede se la manutenzione e il restauro di queste opere sia o meno costoso. Noi riteniamo che lo sia, ma che questo non giustifichi poi la mancata manutenzione o il mancato restauro delle stesse. Il problema, secondo noi, nasce proprio dallo scarsissimo utilizzo di questi beni a scopo turistico. Perché non ricavando nulla da questi beni, poi accade che la manutenzione e il restauro ricadono interamente sulle spalle dei proprietari e/o degli amministratori, che, chiaramente, fanno fatica a reperire le risorse necessarie da destinare a tali attività. Se, invece, come accade in tantissime città d'Italia e del mondo, questi beni fossero valorizzati ed adeguatamente "utilizzati" dal punto di vista turistico (con una monetizzazione derivante dalle visite), non solo si potrebbe ricavare il necessario per mantenerli in buono stato ma, probabilmente, si rigenererebbe anche l'indotto economico circostante.

 

E perché, dopo tante chiacchiere sterili (e non ci riferiamo certo a Lei, che bene ha fatto a scrivere e ad inviare questa lettera), si continua a far poco per favorire un concreto sviluppo del turismo a Capua? Noi riteniamo che ci siano ancora troppi ostacoli e troppe resistenze (interne ed esterne, mentali e comportamentali, intenzionali e fattuali) che si oppongono a questo "rivoluzionario" cambiamento.

Ma gli ostacoli e le resistenze esistono sia nelle menti delle persone che nei loro comportamenti. Evidentemente, dobbiamo ritenere, le forze che spingono al cambiamento sono più deboli di quelle che lo ostacolano. Quindi ci vorrà ancora del tempo prima che avvengano delle trasformazioni così significative. Grazie. Vincenzo Paternuosto di Capuaonline

RITORNA ALL'ARCHIVIO DELLE SEGNALAZIONI

Per contatti scrivi a: redazione@capuaonline.com

Per segnalare ingiustizie o scoop compila il form di SOS CAPUAONLINE

 

 

 

 

Museo Campano

Visita Virtuale

Altri servizi

Autocertificazione
Scuola di Cucina
Dicono di noi...
Amici di Capuaonline

Un po' di Storia

Storia & Monumenti

Foto Story

Raccolte fotografiche
 
 
 

Tutti i diritti sono riservati - Capuaonline®  e' un marchio registrato