E-mail | Scrivi alla Redazione | Chat | Meteo | Edicola | Pubblicità su Capuaonline |

                                            


 

Iscriviti alla MailingList di Capuaonline!

 

Iscriviti Cancellati
 
 

MENU' 

Home Page
Chi cerca trova
Numeri utili
Eventi & manifestazioni
Meteo
Chat
La parola al cittadino
Forum
Un occhio sul mondo
Edicola & borsa
Farmacie e medicina
Pubblicita'
Autori
 

Palazzo della Gran Guardia

Il Bivach, come l’edificio venne chiamato al tempo del viceregno austriaco, si presenta oggi con l’aspetto della sua sistemazione classicista, eseguita probabilmente dopo il 1870, ma il suo primo impianto risale agli anni 1608-11 ed al vicerè conte di Lemos. Il palazzetto è stato più volte ristrutturato nel volgere dei secoli. L’aspetto della facciata è stato mutato almeno tre volte in occasione dei restauri e delle diverse destinazioni d’uso. Fu dapprima sede della Gran Guardia della città, poi dal 1877, ufficio delle Poste e Telegrafi, ed ora, sede della Pro Loco. Esso sorse in luogo di una primitiva baracca, sotto forma di un padiglione di servizio alla guardia del palazzo governativo, e fu denominato perciò originariamente Gran Guardia. Risalenti al progetto ottocentesco sono la statua di Carlo II, re di Spagna e di Sicilia, issata nel 1676 ma eseguita da G.B. Cappelli nel 1675, una lapide commemorativa della visita del sovrano alla città ed un’altra in ricordo di Don Fernando Faxardo, marchese di Los Velez, vicerè di Napoli (1675), oltrechè stemmi nobiliari.

 

 
 
 

INDICE DEI MONUMENTI

 
 
 
 

 
Altri Servizi
Autocertificazione
Scuola di cucina
Cinema a Capua  
Teatro a Capua 
Cabaret a Capua
Dicono di noi...
Servizio E-mail
Elenco telefonico
Locali by night
Cartoline virtuali
I link preferiti  
Segnala un sito 

 

Foto Story

Raccolte fotografiche
 

Un po' di storia...

Storia & Monumenti
 

Tutti i diritti sono riservati