E-mail | Scrivi alla Redazione | Chat | Meteo | Edicola | Pubblicità su Capuaonline |
                                            

 

Iscriviti alla MailingList di Capuaonline!

 

Iscriviti Cancellati

   

  MENU' 

Home Page
Chi cerca trova
Numeri utili
Eventi & manifestazioni
Meteo
Chat
La parola al cittadino
Forum
Un occhio sul mondo
Edicola & borsa
Farmacie e medicina
Pubblicita'
Autori
 
Complesso di Santa Caterina
- Piazza S. Francesco -
Nell'estrema curva dell'ansa del Volturno che recinge Capua, sorge la chiesa di S. Caterina di Alessandria d'Egitto, vergine e martire, molto venerata in terra di lavoro (attuale provincia di Caserta) fin dall'antichità.
Il culto fu portato dai pellegrini dall'Oriente e forse prima delle crociate, quando per raggiungere Roma, facevano sosta a Capua nei cinque ospizi esistenti, detti comunemente "ospitali".
All'esterno la facciata è caratterizzata da un doppio ordine di apertura di diversa altezza. Il primo comprende tre arcate su pilastri: di questi la centrale a sesto ribassato, ha dimensioni maggiori rispetto alle due laterali; il secondo ordine presenta lo stesso tipo di configurazione ad arcate ma di minore altezza.
Un cornicione segna il limite di questo secondo ordine al di sopra del quale si eleva un grosso timpano triangolare con un'apertura ovale al centro.
La semplice distribuzione ad archi ricorda un poco l'architettura tipica delle case e delle logge rurali.
Tale architettura favoriva l'esigenza funzionale del convento per l'accesso alla cantoria, la zona superiore della chiesa, dove si recavano le suore per i canti giornalieri (sono ancora visibili le grate).
Entrando nel portico antistante l'originale chiesa del 500 sulle tre porte di accesso alla chiesa, tre lunette affrescate alla fine del XV secolo testimoniano la francescanità del luogo sacro: La scena della Natività cara devozione di S. Francesco - La Sacra Famiglia venerata dalla martire S. Caterina - L'Immacolata, tra i Santi Antonio e Nicola da Talentino.
Inoltre sull'architrave della porta sinistra troviamo la prova del passaggio di S. Bernardino da Siena per Capua, in quanto vi sono i due monogrammi uguali del SS. nome di Gesù (devozione bernardiniana) e la data: 1415.
La chiesa si ammira in tutta la sua imponenza e magnificenza per chi vi entra da una delle tre porte e si presenta costituita da tre navate di cui la centrale ha copertura lignea a capriate, mentre le due laterali sono costituiti da volte a crociera.
Ai due lati della porta le tre sepolture degli Attendolo, tra questi Giovan Battista architetto famoso che molto fece in Campania durante il periodo di vicereame spagnolo.
Seguono le diverse cappelle gentilizie contrassegnate dagli stemmi e dalle lastre di copertura alla discesa delle tombe di Famiglia.
L'altare maggiore è interamente intarsiato alla fiorentina, ricco di marmi pregiati formanti rami e fiori e arricchito da tasselli di madreperla, porfido e lapislazzuli.
Ai lati, al di sotto delle lapidi sepolcrali, due bellissime mensole per l'appoggio della sacra suppellettile liturgica. La Cappella del Sacramento è stata edificata con marmi pregiati provenienti dal deposito dell'Episcopio.
La mensa per la celebrazione al centro del presbiterio è sostenuta da un'antica vasca battesimale del secolo XI; nel pronao è stata collocata una pila acquasantiera della fine del XVI.
E' stata ricomposta l'acquasantiera murale con fregio e stemma francescano del XVIII secolo ( a lato). Nell'ultima cappella della navata destra sono accolte le ossa del veneratissimo Padre Sempliciano Maresca (della Natività).
Si rimetterà nella chiesa anche la bellissima scultura lignea del '600 probabilmente scolpita da Antonio Salzillo, artista locale, molto lodato alla corte spagnola durante il periodo della costruzione dell' Escorial di Madrid che, pur se annerita dei fumi della distruzione, resta come segno di protezione del poverello sulla città di Capua bisognosa come sempre di pace e di bene.

 

 
 
 
 
 

INDICE DEI MONUMENTI

 
 
 
 

 
Altri Servizi
Autocertificazione
Scuola di Cucina
Cinema a Capua
Teatro a Capua
Cabaret a Capua
Dicono di noi...
Elenco telefonico
Locali by night
Servizio E-mail
Segnala un sito 
I link preferiti 
Cartoline virtuali
 

Foto Story

Raccolte fotografiche
 

Un po' di storia...

Storia & Monumenti

                                         Tutti i diritti sono riservati