E-mail | Scrivi alla Redazione | Chat | Meteo | Edicola | Pubblicità su Capuaonline |
                                            

 

Iscriviti alla MailingList di Capuaonline!

 

Iscriviti Cancellati

   

  MENU' 

Home Page
Chi cerca trova
Numeri utili
Eventi & manifestazioni
Meteo
Chat
La parola al cittadino
Forum
Un occhio sul mondo
Edicola & borsa
Farmacie e medicina
Pubblicita'
Autori
 
Chiesa della Morte detta "Santella"

 E' rimasta incolume dal bombardamento del 9 settembre 1943 ed ora svetta

 superba sopra la riva del Volturno, da sola, quasi a dimostrare che certe date 
 storiche non si devono dimenticare.
 Essa è stata edificata sul posto dove avvenne un prodigio il 24 luglio 1501. 
 All’interno, a forma ellittica, il bell’altare marmoreo del sec. XVIII e, al centro
 della parete absidale, la grande nicchia per l’accoglienza della pregevolissima
 scultura di Giacomo Colombo, noto artista del XVII secolo, che nel 1704 scolpì
 l’artistica statua della Vergine allattante il Bambino.
 La chiesa sorge nel sito in cui una precedente costruzione religiosa
 commemorava il Sacco di Capua, efferato crimine, che avvenne nel 1501 ad
 opera di Cesare Borgia detto il "Valentino".
 Una lapide esterna spiega la motivazione che spinse i capuani ad erigere a Dio il
 Tempio e ad istituirvi la Confraternita della Compagnia della Morte.
 Alla Chiesa della Santella è legata la leggenda popolare di Camilla Santella,  
 devota all'immagine della Vergine, da cui il nome della prima fondazione poi
 restato nel tempo.
 Come detto in precedenza, le origini della chiesa e della confraternita della   
 Santella sono strettamente legate al Sacco di Capua, infatti, nel luogo ove le
 acque sporche della città confluivano, per gettarsi nel Volturno, sorgeva
 un'edicola con la raffigurazione della Pietà; una donna, chiamata Camilla
 Santella, promosse tanto il culto di questa immagine, al punto che i capuani
 legarono il suo nome all'effige e al tempietto che la custodiva.
 La confraternita della Santella ha avuto origine nel 1586 ed ogni anno in
 occasione del Venerdì Santo, accompagnata dalle persone devote della città,
 con buona quantità di lumi e coro di musici, porta in processione la statua
 dell'Ecce Homo.
     
     

     
     
 
     
     
 

     
     
 
     
     
 
     
     

 

 
 
 
 

INDICE DEI MONUMENTI

 
 
 
 

 
Altri Servizi
Autocertificazione
Scuola di Cucina
Cinema a Capua
Teatro a Capua
Cabaret a Capua
Dicono di noi...
Elenco telefonico
Locali by night
Servizio E-mail
Segnala un sito 
I link preferiti 
Cartoline virtuali
 

Foto Story

Raccolte fotografiche
 

Un po' di storia...

Storia & Monumenti

                                         Tutti i diritti sono riservati