E-mail | Scrivi alla Redazione | Archivio News | Chat | Il Muro | Forum | Mercatino | Pubblicità su Capuaonline
                

 

Mailing List di Capuaonline. Scrivi   qui sotto  la  tua e-mail e sarai aggiornato sulle novita' del sito, di Capua e dintorni !

 

IscrivitiCancellati

Menu'

 Home Page
 Numeri Utili
 Eventi & Manifestazioni
 Meteo
 Chat 
 Forum 
 Mercatino online 
 Il Muro 
 Un occhio sul mondo
 Edicola & borsa
 Orario Sante Messe
 Università  
 Ospedale Palasciano
 Farmacie di turno
 Pubblicita'
 Autori

Archivio Eventi

 Archivio News
 
 

      

 

LE ORIGINI

 

Lo storico Gabriele Jannelli nella relazione del 1893 alla Commissione Conservatrice dei Monumenti afferma che il teatro comunale di Capua ha origine dal 1594. In tale anno infatti fu deciso di spendere 100 ducati per “l’apparato delle Commedie dentro del Magazzino della Regia fortificazione della città”. Nel 1781 l’edificio venne totalmente ristrutturato ad opera dell’arch. Francesco Gaspari ed agli inizi del 1800, a coronamento delle facciate il teatro fu arricchito dall’elegante loggia ionica architravata di gusto neoclassico. Nel 1929 il Comune decise di vendere il piano terra dell’edificio, che si trovava in pessime condizioni a privati che con la collaborazione dell’arch. Rodolfo Gandolfo provvidero al restauro conservandone l'antica destinazione di teatro.. Il primo e secondo piano prima di proprietà dell’ex E.C.A., a seguito di soppressione dell’Ente, sono passati al Comune di Capua e sono ora destinati ad attività dell’ospedale Palasciano. Due lapidi poste sulla facciata ricordano questi interventi. La parte di immobile di proprietà privata è destinata al teatro. La facciata di stile neoclassico conserva le caratteristiche dell’ intervento ottocentesco. La parte inferiore presenta una fascia basamentale nella quale si aprono delle porte aggiunte che interrompono la fascia a rilievo che si sviluppa lungo tutto l’edificio. Nella parte superiore si alternano finestre e finestrini quadrati, sempre sottolineati da fasce a rilievo, sovrastati da una loggia scandita da un colonnato con capitelli ionici. Particolari sono le soluzioni dell’angolo articolate su archi a tutto sesto poggiati su ritti a forma di colonna sostenuti dalla balaustrata a colonnina. Le paraste sormontate sempre da capitelli ionici si raddoppiano proprio nell’angolo ripetendo una soluzione tipica dell’architettura ottocentesca. A causa di queste caratteristiche l'antico teatro comunale di Capua è sotto il vincolo di natura monumentale del Ministero per i beni culturali ed ambientali. Attualmente il Teatro Ricciardi è di proprietà degli eredi Prignano e Barducci.

 
 

LE IMMAGINI

 
 
 

Scorcio del Teatro di una volta..

 
 
 

 

 Entrata del Teatro

 

La platea

 
 
 

Esterno del Teatro

 

L'ingresso

 
 

 

Panoramica della sala

 

Il palcoscenico

 
 

 

Il bar interno

 

I palchetti laterali

 

 

Museo Campano

Visita Virtuale

Altri servizi

Autocertificazione
Scuola di Cucina
Cinema a Capua 
Teatro a Capua 
Cabaret a Capua  
Dicono di noi...
Amici di Capuaonline
Il medico online
Segnala un sito
I link preferiti  

Un po' di Storia

Storia & Monumenti

Foto Story

Raccolte fotografiche
 

Tutti i diritti sono riservati - Capuaonline®  e' un marchio registrato